Come combattere la ritenzione idrica

gonfiori da ritenzione idricaQuante volte vi siete sentite gonfie e appesantite? Ed effettivamente guardandovi allo specchio avete notato quelle antipatiche borse sotto agli occhi o gonfiori un po’ dappertutto, soprattutto nella gambe, nelle caviglie, mani, piedi e addome. Vi siete sentite a disagio, vi siete chieste spesso da dove venissero senza riuscire a trovare una soluzione definitiva. La ritenzione idrica si verifica quando il corpo non è in grado di eliminare i liquidi in eccesso, e sono in tante le donne a patire questo fastidioso disturbo, in percentuale maggiore rispetto agli uomini.

Cause della ritenzione idrica

Le cause della ritenzione idrica sono varie:

  • cambiamenti ormonali legati al ciclo mestruale: durante questo periodo aumentano i livelli di aldosterone, un ormone che causa a livello renale ritenzione di sodio ed eliminazione di potassio;
  • gravidanza e menopausa;
  • carenze nutrizionali e proteiche;
  • problemi al cuore, al fegato, alla tiroide, ai reni;
  • eccessivo consumo di sale nella dieta, ma anche di zucchero;
  • effetti collaterali di certi farmaci, pillole anticoncezionali, farmaci anti-infiammatori non steroidei, beta-bloccanti.

 Rimedi per combattere la ritenzione idrica

Vediamo allora qualche rimedio per combattere la ritenzione idrica.

  • Arricchite la vostra dieta con cibi dalle proprietà diuretiche come sedano, lattuga, carote, cipolle, anguriacavolo, asparagi, pomodori e cetrioli, prezzemolo. A proposito di quest’ultimo, mangiatene alcuni rametti freschi dopo il pasto per ridurre temporaneamente la ritenzione idrica. Potete consumarlo secco nel tè. Anche l’ Uva Ursina è un buon diuretico naturale;
  • Consumate alimenti ricchi di Vitamina B6 (efficace nelle sindromi premestruali, la si trova nel salmone, tonno, banane e riso integrale), Vitamina B5 , Vitamina B1 e Vitamina D (contenute nella frutta fresca e nei latticini a basso contenuto di grassi), Calcio (presente nello yogurt, nel latte e nelle verdure a foglia verde scuro come gli spinaci), Potassio e in generale vitamine del complesso B ( frutti come banane, papaia e pera, agrumi, arancia e ananas), Magnesio e Manganese;
  • Riducete il consumo di sodio in cucina. No a snack salati come patatine, noccioline, sottaceti, salatini e cibi da fast food, o a condimenti elaborati per le insalate;
  • Evitate bevande come caffè e alcol;
  • Sì a tisane, tè alla menta, tè al limone, caffè tarassaco, succo di mirtillo.
  • Sì alla frutta a guscio (mandorle, noci, semi di lino) che aiuta a contrastarela ritenzione idrica;
  • Sì a carni magre come pollo, albume d’uovo, all’aceto di mele che aiuta mantenere i livelli di potassio ed è un diuretico naturale;
  • Bevete molta acqua, circa 2-3 litri ogni giorno. Va bene anche acqua di orzo o di noce di cocco;
  • Utilizzate erbe che agiscono come diuretici: foglie di tarassaco, seta di mais e biancospino. Il ginkgo aiuta la circolazione;
  • Impacchi di ghiaccio sulle caviglie gonfie. Avvolgete dei cubetti di ghiaccio in un’asciugamano ed effettuate degli impacchi per circa 5-10 minuti. In estate immergete le caviglie in acqua ghiacciata, solo se però non siete diabetici e non avete problemi di circolazione;
  • Praticate attività fisica che migliora la circolazione e aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso. Camminate regolarmente, correte per almeno 30 minuti, andate in bicicletta, praticate danza aerobica;
  • Posizionate i cuscini sotto alle gambe quando dormite, quando leggete o guardate la tv. Migliorerete la circolazione. Se le caviglie si gonfiano mentre si è seduti al lavoro, provate a sollevare le gambe parallele al pavimento per un paio di minuti. Non incrociate le gambe quando vi sedete, altrimenti rischierete di ostacolare la circolazione e i gonfiori appariranno nella parte inferiore delle gambe;
  • No a indumenti troppo stretti

Per finire un piccolo rimedio casalingo: la mattina, per almeno 2 mesi, bevete prima di colazione un grande bicchiere di acqua con una fettina di limone e 40 gocce di Pilosella: stimola la diuresi, sgonfia e migliora l’elasticità della pelle.

Niente più gonfiori…È ora di dire definitivamente addio alla ritenzione idrica! Conoscete qualche altro accorgimento? Condividetelo con noi lasciando un commento!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *